Breve cenni storici di Rennes

Storia di Rennes

Rennes è stata fondata dai Celti o Galli nei primi secoli a.C.
Nel II secolo a.C  è sede della tribù dei Redones.
Dopo la conquista da parte dei Romani con Cesare prende il nome di Condate.

La citta' era gia' sufficientemente sviluppata all'epoca dei romani, come dimostra una costruzione termale scoperta recentemente.
Sotto i Franchi iniziano le opere di fortificazione; la città si oppone strenuamente ai Bretoni che però ebbero la meglio nel 846, quando sconfiggono a Redon Carlo il Calvo.
Nel 1489 Francesco II lascia come unica erede la figlia di soli 12 anni, Anna di Bretagna.
Essa venne sposata per procura a Massimiliano d'Austria, il futuro imperatore, già vedovo di Maria di Borgogna.
Nel frattempo la figlia delle prime nozze di Massimiliano, la duchessa Margherita d'Asburgo, fu promessa in sposa a Carlo VIII di Francia.
Ma Carlo propose di sposare Anna che inizialmente lo respinge.

Egli allora assediò Rennes nel 1491.
La duchessa infine si rassegna a sposare Carlo in seconde nozze, mettendo di fatto fine all'indipendenza della Bretagna.
 Nel 1720 la città subisce un devastante incendio:
le case allora erano in legno ed argilla e non vi erano sufficienti quantità d'acqua pertanto bastò la distrazione di un falegname che fece cadere una lampada a olio su un mucchio di trucioli a scatenare le fiamme.
Era il 22 dicembre:in pochi giorni 845 case furono incendiate.

Rennes

La ricostruzione fu rapida: la nuove case furono in pietra a granito e vennero suddivise in più appartamenti per facilitare e velocizzare il rientro delle famiglie rimaste senza un tetto.